Oggi abbiamo parlato delle nostre paure, dei nostri pensieri spaventosi, dei nostri incubi. Siamo partiti da un suggestivo albo, illustrato e scritto da Mercer Mayer: “There’s a nightmare in my closet”. Il cui titolo in italiano è: “Brutti sogni in ripostiglio”. È stato scritto nel 1968, ma la narrazione è molto apprezzata dai bambini perché descrive in modo diretto, efficace ed empatico le loro paure più profonde. Il momento di andare a dormire è piuttosto critico…. il buio che trasforma tutto in mostri pericolosi che si annidano dappertutto,.. un ripostiglio buio, oscuro che ospita i nostri incubi. Le illustrazioni sono inquietanti: i colori freddi, cupi sono lo specchio delle nostre paure. Ma il piccolo protagonista affronta con coraggio un mostro orripilante e la narrazione prende una piega divertente…. È un libro che accoglie le paure e offre rassicurazioni. I bambini hanno condiviso con entusiasmo e grande partecipazione le loro esperienze, il loro vissuto, riflettendo sui propri comportamenti e reazioni in particolari situazioni, esplicitando strategie adottate ed altre da sperimentare. Abbiamo concluso con una seduta di mindfulness…. È stato un viaggio interessante 😉 Dimenticavo. .. Abbiamo realizzato un cartellone aperto alla trascrizione di nuove paure….